Marketing Sociale

Febelfin ed il Sensitivo Dave – i pericoli della rete e dei social network

 

Un gruppo bancario belga, Febelfin, che rappresenta 261 istituti finanziari ma anche piccoli finanziatori, gestori patrimoniali e fondi, società di intermediazione e intermediari, società di leasing, crea un video legato ad una campagna per la sicurezza sulla rete.

Ci troviamo davanti quindi, ad un ennesimo viral, ma questa volta non solo divertente. Offre infatti qualche punto di riflessione sulla sicurezza in internet e sui social.

 

Il sensitivo Dave in azione

Alla campagna dedica una intera area sul loro sito istituzionale ed uno a parte http://safeinternetbanking.be e cioè in italiano “una gestione del conto corrente bancario via internet sicuro”.

Una campagna che parla di phishing, di malware (virus informatici) e di buone regole da adottare semplici e basilari per la sicurezza dei dati in internet (password, antivirus ecc.)

Sul viral in questione, ignari passanti vengono ingaggiati per la strada per un incontro con il sensitivo Dave, una star di un programma in imminente partenza.

 

Ed ecco che il sensitivo, tra stupore e incredulità, tra un balletto ed un passaggio energetico, inizia a scovare particolari della vita delle povere vittime.

Personalmente non so se quanto appare sul filmato corrisponda a completa verità, ma sicuramente un fondo di verità c’è. E doverosa una riflessione.

I principali Social Network

Mi ritengo un social user, un utilizzatore cioè di questi strumenti informatici che vengono messi a disposizione degli internauti per chiacchierare, per diffondere, per condividere. Andiamo da Facebook a Twitter o Google Plus, da Flickr a Picasa o Pinterest ecc…

Social Nework – cioè diffondere

In diverse occasioni mi sono ritrovato a discutere con amici proprio di questo argomento : social si …social no…

La mia risposta….social si ma con accortezza. E cioè, dipende sempre dall’uso che ne fai.

Quando sto per pubblicare qualcosa la domanda me la pongo sempre : “C’è qualcuno che non dovrebbe sapere ? vedere ? Qualcuno a cui questo potrebbe dare fastidio ? Oggi ?? domani ??? ”

Pensiamo ad esempio se mentre stiamo per fare un colloquio di lavoro la persona che abbiamo davanti accedesse ai social e ci trovasse in qualche foto ubriachi senza ritegno ???

O qualche cliente o fornitore che ci trovasse a sparlare in internet di qualche prodotto o azienda che in qualche modo interessa la trattativa ??

Per non parlare magari di cose più importanti che riguardano magari le famiglie stesse…

Il sensitivo Dave in azione

Attenzione quindi … Poniamoci quelle domande ed eventualmente utilizziamo gli strumenti che i social stessi ci mettono a disposizione per salvaguardare la privacy come ad esempio chi può vedere quelle specifiche foto, il post, possiamo usare le cerchie o i gruppi di amici e così via …

Ah, una cosa…. avete mai ragionato sulle classiche domande di sicurezza che in diversi servizi web vengono utilizzate per accedere al servizio in caso di dimenticanza della password ???

Quelle per esempio come si chiamava il tuo animale domestico, la tua maestra delle elementari, il tuo colore preferito ???

In diverse occasioni mi è capitato…. E non è che siano proprio così di sicurezza !

Proprio perché spesso queste informazioni sui social si trovano. E quando ci troviamo a doverne impostare una, ragioniamoci su….ho già scritto qualcosa al riguardo su FB o TWITTER ??… nel dubbio cambiamola o personalizziamola.

Il simpatico video del Sensitivo Dave:

Ed è ormai risaputo che moltissime importanti operazioni di hackeraggio sono partite con informazioni recuperate dai social network.

Brava quindi Febelfin con il sensitivo Dave che ci aiutano a fare una piccola riflessione !

 

Il sensitivo Dave in azione

 

Potrebbe anche interessarti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

This site is protected by wp-copyrightpro.com