Spot

Google+: lo spot dedicato al papà e alle foto

Stavo scrivendo gli articoli nei giorni scorsi riguardo, parti, mamme ecc…
E mentre li scrivevo, tra me e me, continuavo a pensare che avevo già visto qualcosa che in qualche modo era collegato….ma non mettevo a fuoco.
D’improvviso, aprendo il pc, mi appare il logo di Google…..e così mi è tornata in mente la pubblicità che sfuggiva.
Lo spot in questione è quello relativo a Google Plus (o Google+ ) e in particolare ad uno dei servizi legati a questo prodotto, quello del caricamento istantaneo delle foto scattate col telefono cellulare.
Lo Spot Google Plus – Il papà

Nello specifico la funzione di caricamento automatico dell’applicazione, funzionalità disponibile sia sulla app iOS che su quella Android : basta scattare una foto per ritrovarsi in automatico l’immagine scattata caricata nell’ apposita sezione fotografica del proprio account Google Plus. Anche se qualcuno ci rubasse o perdessimo l’iPhone o il cellulare Android, le immagini sarebbero tutte conservate in automatico su Google Plus.

Funzionalità simile a quella disponibile su iCloud, che consente di caricare le immagini e averle a disposizione online e sui propri dispositivi.

Google Plus o Google+
Cos’è Google plus ??? E’ un servizio web dove puoi interagire con persone (conoscenti o meno) della tua città e di tutto il mondo, insomma, quello che oggi è comunemente definito un Social Network.
Posso condividere risorse (foto,video, link ecc…), commentandole e dialogando mediante messaggi asincroni (come i forum); oppure mettendosi in contatto con chi vuoi, avviando chat testuali e audio o video conferenze.
Diciamo che è il Facebook marcato Google !
Lanciato a giugno 2011, oggi conta circa 400 milioni di utenti.
La voce dello spot è quella di un uomo che racconta al mondo  l’emozione di avere un figlio. Grande emozione quindi e belle parole.
Ma come tutti  ( beh dai…..proprio tutti no….ma la gran parte ! ) distratto. E finisce così con il perdere il telefono, e con questo anche tutte le foto del suo bambino.
Ed ecco il colpo di scena, le foto in realtà non sono perse, ma sono memorizzate nella nuvola ( così si chiama oggi in gergo informatico un repository esterno su cui memorizzare i dati come ad esempio il servizio ICloud di Apple ).
 Lo spot di Google Plus
Con l’avvento delle foto digitali oggi molte persone scattano centinaia e migliaia di foto. Molte salvano su PC, convinti poi che li siano sicure.
Basta però un attimo di disattenzione e magari si cancella una cartella intera. Ed attenzione, anche i PC si guastano !!
Quindi sicuramente, trovo molto carino lo spot, ma anche l’idea….. Di servizi ce ne sono tanti simili, vedi ad esempio Flickr, Picasa ecc…
Sulla nuvola o su DVD, meglio fare una copia delle nostre foto a cui teniamo.


“Niente mi ha reso più felice che diventare padre.
Quando abbiamo portato il piccolo a casa, non riuscivo a smettere di fotografarlo.

Persino mia moglie mi diceva: “Ehi, fai una pausa!”
Ma sapete com’è: non volevo perdere nemmeno un istante.
Eppure una cosa sono riuscito a perderla: il telefonino, sul sedile di un taxi.
Del telefono chi se ne importa. Ne ho persi tanti.
Ma in questo caso era diverso: le foto di mio figlio le avevo scattate tutte proprio con quel telefonino e ora non c’erano più.
Ma poi mi sono reso conto che, invece, non le avevo affatto perse: c’erano ancora tutte, dalla prima all’ultima.”
un’altro degli spot di Google Plus che spiega molto bene il servizio :

Potrebbe anche interessarti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

This site is protected by wp-copyrightpro.com