Sociale

Non mangiate quelle pinne: lo spot per salvare lo squalo

Il business delle pinne di squalo, che viene pescato, mutilato e poi abbandonato in mare a morire, ha visto un incremento devastante.

In alcuni paesi asiatici, tra i quali la Cina, uno dei piatti tipici è la zuppa di pinne di squalo o zuppa di pinne di pescecane, un piatto esclusivo, ricercato e molto costoso e spesso servito in occasione dei matrimoni ( alcuni calcoli dicono al 90% degli stessi).

La zuppa di pinne di pescecane – Non mangiate quelle pinne

Questo straordinario stop-motion è una video campagna della Acres (Animal concern research and education society) contro questa mattanza: un capolavoro realizzato grazie a fotogrammi disegnati sui cucchiai da banchetto nuziale tipici della tradizione orientale.

Dal sito dell’organizzazione :

When Sharks Die, The Oceans Die – Cioè quando muoiono gli squali muoiono anche gli oceani.

La zuppa di pinne di pescecane – Non mangiate quelle pinne

Gli squali sono di vitale importanza per la salute degli oceani.

Gli squali sono una specie chiave negli oceani in quanto giocano un ruolo critico sia come predatori e spazzini. Per più di 400 milioni di anni, che hanno consentito di mantenere ecosistemi marini sani ed equilibrati, eliminando animali malati e geneticamente difettosi.

L’estinzione degli squali comporterà il crollo di tutto l’ecosistema marino.
E ‘come una grande torre di Jenga, si prende un mattone fondamentale nella parte inferiore e crolla tutto.

La zuppa di pinne di pescecane – Non mangiate quelle pinne

Se spariscono i predatori più grandi, si creerà un sovraffollamento sui predatori più piccoli che a loro volta stermineranno il gradino più basso della catena alimentare.

Uccidendo gli squali l’uomo sta inevitabilmente creando delle ripercussioni e danni collaterali sulle attività legate alla pesca ( con conseguenti danni alimentari o commerciali ) in tutto il mondo.

In Tasmania, ad esempio, la scomparsa degli squali ha portato al crollo del settore aragoste. Negli Stati Uniti, la caccia eccessiva alla squalo ha portato ad una diminuzione della popolazione di capesante e vongole.

La zuppa di pinne di pescecane – Non mangiate quelle pinne

Gli squali sono in serio pericolo.

Secondo le ultime stime, oltre 100 milioni di squali vengono uccisi ogni anno per le loro pinne. La loro popolazione si è ormai ridotta del 70% in alcune specie, e fino al 98% in specie come squali tigre, squali martello, squali toro e squali pinna nera.

La più grande minaccia è da zuppa di pinne di squalo. La maggior parte della domanda di carne di squalo riguarda proprio la pinna, mercato che trova il suo apice in Asia.

La zuppa di pinne di pescecane – Non mangiate quelle pinne

Singapore è uno dei principali paesi consumatori, insieme con la Cina continentale, Hong Kong, Taiwan, Malesia e Thailandia.

Per ogni banchetto nuziale cinese o di Singapore che serve la zuppa di pinne di pescecane, il mondo perde altri 40-50 squali.

Per il bene dei nostri oceani, rinunciate alla zuppa.
Ogni volta che direte no ad una zuppa di pinne di pescecane, non solo risparmierete la vita di uno squalo, ma contribuirete a salvare migliaia di vite sottomarine ripristinando le popolazioni di squali che a loro volta riporteranno gli oceani al loro equilibrio naturale.

Ecco il video :

Potrebbe anche interessarti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

This site is protected by wp-copyrightpro.com